lunedì 23 giugno 2014

la bors-aglietta per il mare


Eccoci al mare! Siamo qui in vacanza, io senza lavastoviglie e lui senza Peppa Pig...
Lui : sempre indaffarato a correre da qualche parte, a toccare, a guardare, ad assaggiare sabbia e acqua salata. Di sicuro non ne sente la mancanza..
Io : sempre indaffarata a corrergli dietro, a lavargli le mani, i vestiti, dedicata alla sua (costante) alimentazione. La mancanza la sento eccome!
 
Anche le borse per portare le cose in spiaggia mancano sempre e ne ho approfittato per farne una riciclando una maglietta come avevo visto fare su internet. Una mia maglietta con Minnie mi è sembrata perfetta per la prova, anche perché ogni volta che la mettevo il viso della povera Minnie era costantemente deformato in una smorfia che avrebbe di sicuro spaventato anche Topolino . Insomma certe magliette le puoi mettere solo se sei piatta!.
E quindi in 15 minuti, di cui almeno 5 sono serviti solo per cercare una spilla da balia, ecco pronta la bors-aglietta per portare i giochi in spiaggia!!!



 
Comoda, resistente ed elastica! Esperimento riuscito, ora nessuna maglietta ha più scampo.
 
 
Farla è stato davvero semplice. Non serve alcuna cucitura!!!

 
Ho piegato a metà la maglietta e ho segnato con una matita le parti da tagliare con le forbici.
Ho ricavato dalla manica ritagliata una striscia di tessuto (la parte con la cucitura mi sembrava la più resistente).
Ho fatto un taglietto sull'orlo della maglietta vicino alla cucitura laterale e due taglietti a metà circa.
Ho preso la striscia di tessuto, ho attaccato una spilla da balia ad una estremità e l'ho inserita attraverso uno dei  fori fatto a  metà facendola poi uscire dall'altro foro. Ho tirato il cordino e lo ho annodato, ripetendo poi  la stessa cosa entrando e uscendo attraverso il foro laterale. In questo modo la sacca è chiusa sul fondo. ( Fare una chiusura unica lascia un buco troppo grande per via dell'arricciatura del tessuto. Meglio creare due o tre chiusure per essere certi di non perdere il contenuto della borsa)
 
Facile no??

mercoledì 7 maggio 2014

per un giorno speciale

Ci sono dei giorni in cui il morale e' alto e giorni in cui è basso, bassissimo. Poi ci sono i giorni speciali, quelli che bisogna ricordare, che strappano sempre un sorriso e scaldano l'animo anche nelle giornate più fredde e piovose. Alcuni di quei giorni nascono speciali, così, senza nessuna fatica, mentre ad altri alle volte si da una mano affinché siano ancora più brillanti.

Per rendere ancora più speciale il giorno del battesimo per me era fondamentale poter creare qualcosa, personalizzare il ricordo che avremmo avuto. La lunga lista di cose che volevo fare e' stata pero' drasticamente ridotta e semplificata a causa del limitatissimo tempo a disposizione!

Innanzitutto mica potevo comprare le bomboniere! eh no, quelle proprio no!



Una scatolina di legno rivestita con nastri azzurri e spighetta bianca, incollati intorno alla base e al coperchio. Niente bigliettino ma ho scritto nome e data direttamente sotto la scatolina.
 



Un orsetto di panno, in due colori, con un fagiolo per naso e un bel fiocco azzurro ma soprattutto non  i soliti cinque confetti: ho abbondato e tutti hanno apprezzato!!


Alla fine ne ho dovute preparare tantissime..e non sono nemmeno bastate!!!
E' normale??

 
 
 
 


sabato 8 marzo 2014

Un anno!

Da un anno ad oggi sono successe molte cose.

 
 
Ho imparato a non dormire per  più di tre ore consecutive, a fare la doccia in tre minuti e a mangiare in due, sia nel senso di minuti sia nel senso di numero di persone sedute sulla stessa sedia.
Ho scoperto che si può dormire nelle posizioni più impensate e ho capito che esistono nuove leggi per cui più piccolo sei e più posto riesci a occupare in un letto. Come ciò sia possibile ancora resta un mistero.
Ho fatto passeggiate senza meta e ho visto la spiaggia d'estate alla mattina presto .
Ho imparato a fare cambi cosi veloci da far invidia ai meccanici Ferrari, ho dimenticato il tempo per cure e estetista  ed ho capito che un ballettopolo a sera fa dimagrire più della palestra.
Ho rivisto priorità e convinzioni e ho capito che non esiste il "io non lo farò mai" e che il  mio " non cederò " e' credibile quanto un asino che vola.  Ho scoperto che certe cose mi mancano ma ci sono cose che mi riempiono così tanto che delle altre non me ne accorgo nemmeno.

Insomma... e' un anno che sono felice!

auguriiiii!!

mercoledì 12 febbraio 2014

San Valentino - parte II

Di sicuro non ho dubbi sulla mia passione per dolci e dolcezze!
Forse quelli di carta sono gli unici dolci di cui dovrei riempirmi...ma nooo!! viva lo zucchero, il burro e il cioccolato!!!


Per regali piccoli e preziosi

Occorrente:
scatolina di cartone,
panno marrone,
cartoncino millerighe,
cartoncino rosso e avorio,
pirottino di carta,
cuore  di legno,
nastrino rosso,
pennarello rosso,
forbici e colla.

Come si fa:
1. Ritaglia una striscia di cartoncino alta circa 1cm e arrotolala su se stessa fermandola con un punto di colla.
2. Ritaglia un dischetto di panno marrone dello stesso diametro del rotolino di carta, incollalo ad esso e completa con un cuoricino di legno. Incolla poi il rotolino su un pirottino di carta.
3. Decora la scatolina con del nastrino rosso e fissa con un punto di colla il pasticcino .
4. Completa aggiungendo dei cartoncini rosso e avorio di dimensioni diverse, personalizzandoli con un pennarello rosso.
 
Auguri a zero calorie

Occorrente:
cartoncino rosso e avorio,
panno marrone,
cartoncino millerighe,
pirottino di carta,
cuore di legno, 
colore a rilievo bianco,
pennarello rosso,
forbici e colla.



Come si fa:
1. Prendi un cartoncino avorio e piegalo per formare un biglietto a due ante. Incolla due strisce di cartoncino rosso
2. Prepara 3 pasticcini come indicato precedentemente e incollali sulla striscia superiore.
3. Decorali  con il colore bianco a rilievo e con un cuore di legno per comporre "I love you".
4. Personalizza con una scritta rossa su un cartoncino avorio, da incollare sulla fascia inferiore del biglietto.

martedì 11 febbraio 2014

San Valentino - parte I


Mi capita alle volte di chiedermi se posso considerarmi una persona romantica. Se lo chiedessi a qualcuno sono sicura che mi risponderebbe “certo che no, sei un ingegnere!”.
Se i romantici sono sognatori ad occhi aperti allora sì, eccomi ! Io ad occhi aperti dormo proprio, stanca come sonoE  sogno anche...
Non sono mai stata a Parigi o nel resto della Francia però ci vorrei tanto andare. Che nel mio sogno non sia in un cafè ai piedi della Tour Eiffel in piacevole compagnia ma a EuroDisney abbracciata a Topolino è solo un trascurabile dettaglio.
Da piccola ho letto Liala, non ceno a lume di candela, mi piace fare sorprese, non festeggio gli anniversarinon mi avvolgo di rose e pizzi ma mi circondo di tazze e alci ...
Ok, forse non sono troppo romantica ma mentre ci penso ancora un po’ mi preparo per San Valentino ( che di solito non festeggio )                                 ...continua


un po' di love in cornice
Occorrente:
panno rosso,
ago e filo bianco,
ovatta,
colore a rilievo bianco,
cornice,
forbici e colla
 
Come si fa:
1. Ritaglia due cuori di panno rosso
2. Sovrapponili e inizia a cucire lungo il contorno con il punto filza, mantenendoti ad un paio di millimetri dal bordo. Prima di terminare inserisci un po' di imbottitura e completa poi la cucitura.
3. Con il colore a rilievo aggiungi una scritta
4. Incolla il cuore sulla cornice

 


biglietto orsettoso per un pensiero tenero
 
 
Occorrente:
cartoncino rosso, marrone scuro e chiaro, avorio,
colore a rilievo bianco,
pennarello nero,
forbici  e colla.
 
Come si fa:
1. Prepara un biglietto a due ante con il cartoncino rosso
2. Ritaglia un rettangolo avorio di dimensione leggermente inferiore e incollalo sul biglietto
3. Disegna sul cartoncino marrone e avorio le varie parti che compongono l’orso e ritagliale con cura. Usa il pennarello nero per disegnare gli occhi.
4. Prepara un cuore di cartoncino rosso e aggiungi una scritta con il colore a rilievo.
5. Incolla i vari pezzi sul biglietto partendo dalla testa dell'orso, poi il cuore e infine le zampe


ps:mi sto attrezzando per i pdf con il disegno disponibile via mail

mercoledì 6 novembre 2013

novità

E' stato strano. Sono tornata in ufficio per preparare uno scatolone con le mie cose da portar via, come nei film dove si riprendono dalla scrivania le cornici con le foto di famiglia, poche altre carabattole e ciao ciao a tutti. Solo che io  cornici non ne avevo, ho riempito due scatoloni di libri e li ho dovuti pure lasciare là perché troppo pesanti!
Era tanto che non ci tornavo e volevo solo finire in fretta perché avevo ben altro da fare.
E' successo in un secondo. Mentre percorrevo velocemente il solito corridoio dopo essere passata a ritirare un documento mandato in stampa e dopo essere entrata e uscita con la solita confidenza nell'ufficio del capo..in quel preciso istante : taaaaac,  l'ho sentita. Una spinta  che mi ha catapultato indietro nel tempo,a qualche mese fa quando quella era la mia quotidianità, quando il lavoro, la carriera erano tutto (quasi tutto, dai) ,quando pensavo a cose diverse e pensavo in modo diverso.
Un po' come Scrooge  ho rivisto in un secondo il passato..solo che io, oggi, non ho nessun rimpianto. Però mi ha fatto effetto. E tanto anche..

Ma per fortuna succedono cose che ti cambiano il colore della vita, che ti fanno cambiare priorità e prospettive
 

succedono cose bellissime che  ti rivoltano, ti sconquassano e ti reinventano...e va bene così!!



 
qualche spiegazione la trovate qui

domenica 5 maggio 2013

presto presto!!

Me lo sentivo.
Qualcosa mi diceva che avrei dovuto finirlo proprio quella sera.
Ma che stanchezza e in fondo c'è ancora tempo per preparare tutto!! però lo devo finire a tutti i costi, saranno paranoie ma... "lo faccio per gli altri  e per lui no?? siamo matti?? mica è figlio di nessuno! "
...no, meglio finirlo subito... infatti...


benvenuto!!!

Fiocco nascita senza cuciture, ideale per chi non ha tempo, per pigri o per chi non sa cucire!