sabato 8 marzo 2014

Un anno!

Da un anno ad oggi sono successe molte cose.

 
 
Ho imparato a non dormire per  più di tre ore consecutive, a fare la doccia in tre minuti e a mangiare in due, sia nel senso di minuti sia nel senso di numero di persone sedute sulla stessa sedia.
Ho scoperto che si può dormire nelle posizioni più impensate e ho capito che esistono nuove leggi per cui più piccolo sei e più posto riesci a occupare in un letto. Come ciò sia possibile ancora resta un mistero.
Ho fatto passeggiate senza meta e ho visto la spiaggia d'estate alla mattina presto .
Ho imparato a fare cambi cosi veloci da far invidia ai meccanici Ferrari, ho dimenticato il tempo per cure e estetista  ed ho capito che un ballettopolo a sera fa dimagrire più della palestra.
Ho rivisto priorità e convinzioni e ho capito che non esiste il "io non lo farò mai" e che il  mio " non cederò " e' credibile quanto un asino che vola.  Ho scoperto che certe cose mi mancano ma ci sono cose che mi riempiono così tanto che delle altre non me ne accorgo nemmeno.

Insomma... e' un anno che sono felice!

auguriiiii!!

mercoledì 12 febbraio 2014

San Valentino - parte II

Di sicuro non ho dubbi sulla mia passione per dolci e dolcezze!
Forse quelli di carta sono gli unici dolci di cui dovrei riempirmi...ma nooo!! viva lo zucchero, il burro e il cioccolato!!!


Per regali piccoli e preziosi

Occorrente:
scatolina di cartone,
panno marrone,
cartoncino millerighe,
cartoncino rosso e avorio,
pirottino di carta,
cuore  di legno,
nastrino rosso,
pennarello rosso,
forbici e colla.

Come si fa:
1. Ritaglia una striscia di cartoncino alta circa 1cm e arrotolala su se stessa fermandola con un punto di colla.
2. Ritaglia un dischetto di panno marrone dello stesso diametro del rotolino di carta, incollalo ad esso e completa con un cuoricino di legno. Incolla poi il rotolino su un pirottino di carta.
3. Decora la scatolina con del nastrino rosso e fissa con un punto di colla il pasticcino .
4. Completa aggiungendo dei cartoncini rosso e avorio di dimensioni diverse, personalizzandoli con un pennarello rosso.
 
Auguri a zero calorie

Occorrente:
cartoncino rosso e avorio,
panno marrone,
cartoncino millerighe,
pirottino di carta,
cuore di legno, 
colore a rilievo bianco,
pennarello rosso,
forbici e colla.



Come si fa:
1. Prendi un cartoncino avorio e piegalo per formare un biglietto a due ante. Incolla due strisce di cartoncino rosso
2. Prepara 3 pasticcini come indicato precedentemente e incollali sulla striscia superiore.
3. Decorali  con il colore bianco a rilievo e con un cuore di legno per comporre "I love you".
4. Personalizza con una scritta rossa su un cartoncino avorio, da incollare sulla fascia inferiore del biglietto.

martedì 11 febbraio 2014

San Valentino - parte I


Mi capita alle volte di chiedermi se posso considerarmi una persona romantica. Se lo chiedessi a qualcuno sono sicura che mi risponderebbe “certo che no, sei un ingegnere!”.
Se i romantici sono sognatori ad occhi aperti allora sì, eccomi ! Io ad occhi aperti dormo proprio, stanca come sonoE  sogno anche...
Non sono mai stata a Parigi o nel resto della Francia però ci vorrei tanto andare. Che nel mio sogno non sia in un cafè ai piedi della Tour Eiffel in piacevole compagnia ma a EuroDisney abbracciata a Topolino è solo un trascurabile dettaglio.
Da piccola ho letto Liala, non ceno a lume di candela, mi piace fare sorprese, non festeggio gli anniversarinon mi avvolgo di rose e pizzi ma mi circondo di tazze e alci ...
Ok, forse non sono troppo romantica ma mentre ci penso ancora un po’ mi preparo per San Valentino ( che di solito non festeggio )                                 ...continua


un po' di love in cornice
Occorrente:
panno rosso,
ago e filo bianco,
ovatta,
colore a rilievo bianco,
cornice,
forbici e colla
 
Come si fa:
1. Ritaglia due cuori di panno rosso
2. Sovrapponili e inizia a cucire lungo il contorno con il punto filza, mantenendoti ad un paio di millimetri dal bordo. Prima di terminare inserisci un po' di imbottitura e completa poi la cucitura.
3. Con il colore a rilievo aggiungi una scritta
4. Incolla il cuore sulla cornice

 


biglietto orsettoso per un pensiero tenero
 
 
Occorrente:
cartoncino rosso, marrone scuro e chiaro, avorio,
colore a rilievo bianco,
pennarello nero,
forbici  e colla.
 
Come si fa:
1. Prepara un biglietto a due ante con il cartoncino rosso
2. Ritaglia un rettangolo avorio di dimensione leggermente inferiore e incollalo sul biglietto
3. Disegna sul cartoncino marrone e avorio le varie parti che compongono l’orso e ritagliale con cura. Usa il pennarello nero per disegnare gli occhi.
4. Prepara un cuore di cartoncino rosso e aggiungi una scritta con il colore a rilievo.
5. Incolla i vari pezzi sul biglietto partendo dalla testa dell'orso, poi il cuore e infine le zampe


ps:mi sto attrezzando per i pdf con il disegno disponibile via mail

mercoledì 6 novembre 2013

novità

E' stato strano. Sono tornata in ufficio per preparare uno scatolone con le mie cose da portar via, come nei film dove si riprendono dalla scrivania le cornici con le foto di famiglia, poche altre carabattole e ciao ciao a tutti. Solo che io  cornici non ne avevo, ho riempito due scatoloni di libri e li ho dovuti pure lasciare là perché troppo pesanti!
Era tanto che non ci tornavo e volevo solo finire in fretta perché avevo ben altro da fare.
E' successo in un secondo. Mentre percorrevo velocemente il solito corridoio dopo essere passata a ritirare un documento mandato in stampa e dopo essere entrata e uscita con la solita confidenza nell'ufficio del capo..in quel preciso istante : taaaaac,  l'ho sentita. Una spinta  che mi ha catapultato indietro nel tempo,a qualche mese fa quando quella era la mia quotidianità, quando il lavoro, la carriera erano tutto (quasi tutto, dai) ,quando pensavo a cose diverse e pensavo in modo diverso.
Un po' come Scrooge  ho rivisto in un secondo il passato..solo che io, oggi, non ho nessun rimpianto. Però mi ha fatto effetto. E tanto anche..

Ma per fortuna succedono cose che ti cambiano il colore della vita, che ti fanno cambiare priorità e prospettive
 

succedono cose bellissime che  ti rivoltano, ti sconquassano e ti reinventano...e va bene così!!



 
qualche spiegazione la trovate qui

domenica 5 maggio 2013

presto presto!!

Me lo sentivo.
Qualcosa mi diceva che avrei dovuto finirlo proprio quella sera.
Ma che stanchezza e in fondo c'è ancora tempo per preparare tutto!! però lo devo finire a tutti i costi, saranno paranoie ma... "lo faccio per gli altri  e per lui no?? siamo matti?? mica è figlio di nessuno! "
...no, meglio finirlo subito... infatti...


benvenuto!!!

Fiocco nascita senza cuciture, ideale per chi non ha tempo, per pigri o per chi non sa cucire!

lunedì 29 ottobre 2012

a volte ritornano..

E' tempo di ricominciare.
Di solito settembre e gennaio sono i miei mesi dei propositi (che sempre faccio e che praticamente mai rispetto). Non che anche quest'anno non li abbia fatti seguendo le mie ormai consolidate tabelle di marcia, però ci vuole un saaaacco di tempo prima che qualcosa smuova una pigra come me...ma in fondo questo è un periodo di grandi "movimenti"!
 
 
 
Ed eccomi (per la duecentosessantacinquesima volta)  a cercare di fare ordine.  In realtà  questo vorrebbe dire, in teoria, riordinare le mille cose sparse tra torri e piramidi barcollanti di scatoloni e, soprattutto, riuscire a buttare qualcosa. In pratica il risultato, che ancora non mi so spiegare, è che la pattumiera resta vuota, gli scatoloni aumentano, il loro equilibrio è sempre più precario e anche l'equilibrio mentale di chi mi sta intorno tende a vacillare...mah..
Intanto ho sfruttato questa borsa per l'asilo che ho fatto l'anno scorso per 'Io e il mio Bambino' di ottobre. Ci ho messo tutte le  mie vecchie pagelle e i ricordi di scuola, compreso qualche copione delle recite fatte in seconda elementare: oramai sono classificati come antichità e non si buttano più !
 
Pronti viaaaa!!!
 


giovedì 22 dicembre 2011

ricette ad occhio

A richiesta  le ricette, senza dosi ma davvero facili  facili


Come consiglio non fare raffreddare il cioccolato nel frigo, meglio un ambiente fresco, una stanza non riscaldata, per evitare che si formino macchie biancastre.